Turismo LGBT: Top 5 Paesi più Gay-Friendly del Mondo

Cerchi destinazioni gay dove andare in vacanza? Ecco la classifica dei paesi gay friendly in Europa e nel Mondo più tolleranti e adatti per un viaggio. Scopri quali città, anche in Italia, sono meglio attrezzate per il turismo LGBT.

Coppa Gay in vacanzaQuella per i viaggi è una passione che accomuna uomini e donne di qualunque tipo, indistintamente dalla loro età, cultura, estrazione sociale e dal loro orientamento sessuale. Negli ultimi anni si è diffuso sempre più il Turismo LGBT (acronimo di Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transessuali), una particolare forma di turismo esclusivamente rivolto alle persone omosessuali desiderose di visitare affascinanti destinazioni gay-friendly.

VEDI ANCHE: TURISMO SESSUALE, ECCO DOVE ANDARE

Ma quali sono i paesi in Europa e nel mondo più tolleranti e meglio attrezzati? Ecco la classifica dei paesi più gay friendly dove andare per una vacanza.

5 - Tel Aviv, Israele

Tel AvivLa quinta posizione della nostra classifica è occupata da uno stato mediorientale. Israele, e precisamente la città di Tel-Aviv, sono una delle mete più apprezzate dalle comunità gay in tutto il mondo. Tel Aviv è una città moderna e all'avanguardia, particolarmente attenta dal punto di vista sociale nei confronti delle minoranze sessuali. Presenta una nutrita comunità gay, inoltre offre spiagge meravigliose molte delle quali esclusive per gli omosessuali.

4 - Toronto, Canada

TorontoAnche il continente nord-americano vanta una importante meta gay friendly. In Canada, la città di Toronto ospita un distretto di considerevole valore, frequentato da persone appartenenti all'universo lgbt: il Church/Wellesley. Risale al 1820 ed è uno dei più antichi distretti cittadini, ricco di luoghi di intrattenimento culturale. Proprio in questo quartiere si tiene la tradizionale parata annuale per i diritti degli omosessuali.

3 - San Paolo, Brasile

Gay Pride in BrasileSan Paolo è una di quelle località che riesce a mettere tutti d'accordo: sole, spiagge ed un popolo incredibilmente luminoso e vitale. Grazie al Gay Pride qui organizzato, la capitale del Brasile si aggiudica la terza posizione in classifica.

VEDI ANCHE: LE CITTA' PIU' SEXY DEL MONDO

Si tratta della più grande parata per i diritti gay del mondo, che ogni anno attira circa 4 milioni di visitatori provenienti da ogni angolo del globo.

2 - Amsterdam, Olanda

AmsterdamL'Olanda è stato il primo paese al mondo a legalizzare le unioni civili tra persone dello stesso sesso. Amsterdam non è solamente conosciuta come la capitale della trasgressione, è anche un punto di riferimento per le comunità gay di tutta Europa; da sempre una delle città più tolleranti del "vecchio continente".

VEDI ANCHE: AMSTERDAM, ARTE, DIVERTIMENTO E TRASGRESSIONE

Presso Pink Point è possibile ricevere informazioni sui luoghi gay in città. Con i suoi bar e locali riservati si rivela un ottimo posto in cui fare nuove conoscenze: secondo una stima tra la popolazione più di 2 persone su 10 sono dichiaratamente omosessuali.

1 - Barcellona, Spagna

Spiaggia a BarcellonaLa regina delle destinazioni gay friendly è la Spagna. Il paese è riconosciuto come il più tollerante al mondo. Secondo recenti sondaggi, oltre l'88% degli abitanti sostiene che l'omosessualità debba essere accettata dalla società. Diverse le località gay-friendly: Ibiza e Sitges sono le mete preferite dai giovani omosessuali italiani, Madrid ospita il popolare qartiere "Chueca". Ma è la città di Barcellona la più frequentata in assoluto, ricchissima di locali che rendono la movida parecchio intensa.

Curiosità: L'Italia è una destinazione gay-friendly?

Fino al secolo scorso la nostra nazione riusciva addirittura ad emergere tra le mete del turismo omosessuale. Tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento l'Italia era una destinazione prediletta dagli aristocratici omosessuali europei, per via dell'assenza di leggi discriminatorie. Capri, Taormina, Venezia e Firenze le cittadine più frequentate. Quest'ultima fu la prima ad inaugurare locali omosex. Oggi il turismo lgbt non viene promosso nè coordinato a livello nazionale e rappresenta un fenomeno pressoché urbano, principalmente legato alle città di Roma e Milano.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti