Ponte del Primo Maggio a Venezia: 5 cose da non perdere

Trascorri il ponte del 25 Aprile e 1 Maggio a Venezia, scopri cosa fare nella città dei canali, tra eventi, musei e giri in gondola! Ecco 5 cose da non perdere per il tuo Ponte del 1 Maggio a Venezia!

copertina 1 maggio veSi avvicina il Primo Maggio e quest'anno "cade" proprio bene, di lunedì. Il 2017 ci regala così un bel ponte di 3 giorni: perchè non dedicarlo alla scoperta delle bellezze artistiche e culturali della Serenissima? Una città che il mondo c'invidia, unica nel suo genere, romanticissima e ricca d'arte. Vi suggeriamo 5 cose asssolutamente da non perdere a Venezia per trascorrere uno splendido ponte del 1°Maggio.

VEDI ANCHE: COME VISITARE VENEZIA IN UN GIORNO

1 - Tour sulle acque venezianetour acque

Per ammirare la lunga ed incantevole sequenza di sontuosi palazzi che si affacciano sul Canal Grande non c'è nulla di meglio che prendere il vaporetto. Le Linee 1 e 2 vanno dalla stazione ferroviaria Santa Lucia fino a Piazza San Marco. Fatevi furbi: cercate di assicurarvi i posti di testa per ammirare al meglio il panorama. Per un bel reportage fotografico sul Canal Grande, il giro in vaporetto fatelo nel tardo pomeriggio quando non c'è calca. Con la luce morbida le immagini verranno benissimo. Un'alternativa più bella ed esclusiva per godersi la pittoresca vista di piccoli ponti e scorci in tutto il loro splendore è quella di fare un tour in motoscafo. Riuscirete così a cogliere l'atmosfera magica che circonda ogni singolo palazzo e monumento cittadino. Oppure perchè non scegliere l'imbarcazione più bella e tipica? La gondola è romantica, suggestiva e davvero intimamente legata a Venezia. Potrete così ammirare la Serenissima da una prospettiva ineguagliabile e realmente caratteristica.

  • Prezzi: 1,50 € per giro di 75 minuti in Vaporetto, da 50 € in su per tour di 1 ora in motoscafo (con visita guidata), circa 100 Euro per un giro di mezz'ora, in 6 persone, con gondola privata
  • Info e contatti: Per prenotare un tour vi consigliamo di visitare questo sito

2 - Shopping sul Ponte di Rialtoponte di rialto

Il Ponte di Rialto è il vero cuore della città, un monumento da non perdere tra gli itinerari in laguna. La struttura è stata eretta in soli tre anni, tra il 1588 e il 1591, e fino al 1854, anno di costruzione del Ponte dell'Accademia, è rimasto l'unico modo per attraversare il Canal Grande. E' altro 7,5 metri ed è stato progettato per consentire il passaggio delle galere (grosse navi commerciali) e possiede tre passaggi: due lungo le balaustre esterne e una passerella centrale più ampia che conduce tra due file di piccoli negozi dove si può fare shopping tra gioielli, biancheria e vetro di Murano. Una tappa davvero imperdibile e splendida!

  • Prezzi: Dipende dalla vostra disponibilità economica!
  • Info e contatti: Per raggiungere il Ponte di Rialto basta semplicemente seguire le indicazioni. Dalla stazione si cammina lungo Lista di Spagna e poi su Strada Nuova fino al Campo Santi Apostoli. Da qui in 5 minuti si giunge a Rialto, e vicino a Ca' d'Oro, in Campo Santa Sofia, c'è il traghetto delle gondole e con 50 centesimi si è dall'altra parte. Se, invece, preferite raggiungerlo con il vaporetto c'è il numero 1, che segue un itinerario tra i canali davvero molto carino.

3 - Ammirare il panorama dal Campanile di San Marcopiazza san marco scorcio

Assolutamente imperdibile! E' uno dei simboli di Venezia, ma anche d'Italia. È il salotto della Serenissima, l'unico luogo ad esser definito piazza. Un trapezio articolato ed arioso con porticati da ambo i lati, caffè storici e orchestrine all'aperto. E poi c'è lei: la Basilica di San Marco con la sua splendida decorazione interna a mosaici dorati. Un vero spettacolo che il mondo c'invidia! E' ricchissima di colonne, fregi, marmi, sculture e ori portati a Venezia dai mercanti grazie alle loro navi che trafficavano con l'Oriente. Spesso era materiale di spoglio, ossia ricavato da antichi edifici demoliti. Il bottino del sacco di Costantinopoli, invece, avvenuto nel corso della Quarta Crociata, arricchì il tesoro della basilica e le fornì arredi di grande prestigio.Tra le opere d'arte provenienti da Costantinopoli, la più celebre è quella che raffigura i cavalli di bronzo dorato e argentato, posti sopra il portale centrale. Una curiosità: la quadriga con i cavalli era molto simile a quelle che ornavano numerosi archi trionfali nell'antichità. Questa però è l'unico esemplare al mondo rimasto. Dopo il lungo restauro, i cavalli di San Marco sono oggi conservati nel Museo omonimo all'interno della basilica. Quelli all'esterno sono una copia. Non dimenticate di salire sul campanile perchè è assolutamente un punto d'osservazione privilegiato per godere il panorama completo dell'intera città dall'alto. Non perdetevi il lussuoso Danieli! Dirigetevi verso l'ingresso, spingete la bussola ed entrate: la hall è davvero bellissima e visitabile. Per il resto dipende dal vostro conto in banca...

  • Prezzi: si acquista il biglietto per l'ascensore (8 Euro) e si fa sempre un po' di fila ma ne vale davvero la pena
  • Info e contatti: Per acquistare il biglietto consigliamo la visita di questo sito

4 - Visita di Palazzo Ducalepalazzo ducale interno

Magnifico, sontuoso, splendido! In quanto sede del Doge (suprema magistratura della Repubblica di Venezia), è ovviamente uno dei simboli della città e, non a caso, sorge nell'area monumentale di Piazza San Marco. E' un notevole esempio di architettura civile gotica e al contempo di riuso del materiale antico fornito dalle numerose colonie della Serenissima, nonché di interventi rinascimentali. Palazzo Ducale riassume mille anni di storia e di potere come testimoniano ancora oggi le sale del Maggior Consiglio, del Senato e del Collegio con le famose opere di Tintoretto, Tiziano e Veronese. Sono visitabili anche gli appartamenti dogali e le prigioni. Un monumento imperdibile in un soggiorno veneziano, da ammirare in tutta la sua magnificenza sia all'esterno che all'interno.

5 - Aperitivo in stile "pittorico"aperitivo

Nel vostro soggiorno non potrete di certo farvi mancare un aperitivo davvero particolare. Recatevi presso l'Harry's Bar e fatevi servire le loro celebri peculiarità. Si tratta di uno storico locale pubblico dichiarato nel 2001 Patrimonio Nazionale dal Ministero dei Beni Culturali. Deve il suo nome ad un giovane studente statunitense, Harry Pickering, che, trasferitosi negli anni '20 a Venezia con una zia per tentare di curarsi da un principio di alcolismo, venne da questa piantato in asso con pochissimi soldi dopo un litigio. Giuseppe Cipriani, attuale proprietario, all'epoca barman nell'hotel in cui risiedeva Harry, impietosito dalla vicenda prestò al giovane 10.000 Lire, somma considerevole per l'epoca, per consentirgli di rientrare in patria. Due anni dopo, il giovane tornò a Venezia e gli restituì l'intera somma aggiungendovi 30.000 lire perché potesse aprire una sua attività in proprio. Cipriani decise quindi di chiamare il suo locale Harry's Bar ed inaugurò la sua attività il 13 maggio 1931. Il locale, che fungeva sia da bar che da ristorante, ebbe un immediato successo soprattutto grazie ad una clientela intellettuale ed aristocratica che all'epoca aveva in Venezia una delle sue mete privilegiate. Le due celebri creazioni del locale sono il cocktail Bellini ed il Carpaccio.

  • Prezzi: Bellini 15 Euro al bancone, 20 al tavolo - menu da 32 Euro con primo e secondo, 38 Euro con anche un dessert (i vini sono esclusi da entrambe le opzioni)
  • Info e contatti: Harry's Bar: Calle Vallaresso, 1323 (a ovest di Piazza San Marco), tel: 041 528 5777

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti