Consigli, sintomi e rimedi per il mal di Montagna!

Mal di montagna a bassa quota? Ecco tutto quello che devi sapere: cause e sintomi principali, metodi per prevenire i disturbi da altitudine, consigli sui farmaci, rimedi omeopatici e rimedi naturali per mal di montagna acuto e subacuto.

01 copertina montagnaLa montagna è piacere, serenità, ritrovo del benessere psicofisico. La montagna permette di apprezzare la fatica, ci rende più solidali, illumina i nostri occhi di meraviglie e i nostri polmoni di aria pura, totalmente diversa rispetto a quella che siamo abituati a respirare ogni giorno nelle città. Eppure anche la montagna può essere insidiosa, e non parliamo solo di sentieri impervi, canaloni, arrampicate: il trovarsi per un po' di tempo ad altissima quota può creare pericoli per il corpo dovuti alla ridotta pressione atmosferica. Pericoli che possono essere addirittura fatali. Questo è ciò che viene definito "mal di montagna". Vediamo le cause e i principali sintomi.

VEDI ANCHE: CONSIGLI, SINTOMI E RIMEDI PER LA CINETOSI, IL MAL DI VIAGGIO

Cause e sintomi principali

02 mal di montagnaChi ha in programma di salire oltre i 3.000 m.s.l.m. deve mettere in conto di poter soffrire del mal di montagna. Non a tutti capita, è certo, ma prevenire è meglio che curare. Quando si sale così in alto infatti il nostro organismo mette in moto un processo di acclimatazione, ovvero cerca di adattarsi alla ridotta disponibilità di ossigeno tipica delle alte quote. Questo adattamento può richiedere giorni o settimane, e nel frattempo può essere che il nostro corpo percepisca l'ossigeno nell'aria con minore capacità.
I principali sintomi del mal di montagna sono:

  • Vertigini
  • Tachicardia
  • Insonnia
  • Nausea
  • Stanchezza

Se questi sintomi sono sporadici e lievi, non c'è molto di cui preoccuparsi: di solito scompaiono nel giro di 1-3 ore. Se invece i sintomi aumentano, è necessario scendere di quota o addirittura abbandonare l'impresa, per non compromettere la propria salute: nei casi più gravi si può addirittura arrivare all'edema polmonare e all'edema cerebrale.

Farmaci per curare il Mal di Montagna

04 acetazolamide diamoxEsistono dei farmaci per curare il mal di montagna. Tra questi, il più noto è l'Acetazolamide, il cui nome commerciale in Italia è Diamox®. Il dosaggio consigliato da esperti di montagna è di 1 compressa per 2 volte al giorno, possibilmente a stomaco pieno e a 12 ore di distanza l'una dall'altra. Occorre la ricetta del medico e l'accertarsi che non si rientri tra i casi da escludere (gravidanza, diabete etc).
Il mal di montagna può essere trattato alla base anche con analgesici come aspirina, ibuprofen, paracetamolo.

Cure omeopatiche e rimedi naturali

05 ganodermaIn alcune zone del mondo, come in Sud America, si usa prevenire il mal di montagna masticando o bevendo in infuso le foglie di coca (mate de coca), contenenti un principio stimolante che rimuove fame, sete, freddo e la percezione di dolore e fatica. In Cina invece usano molto il ganoderma, un fungo con proprietà antitossiche, antinfiammatorie, antivirale, antibatteriche. Nelle parafarmacie e nelle erboristerie italiane si trova l'estratto in pillole di Reishi: si suggeriscono 2 compresse al giorno, ovviamente se non vi sono controindicazioni o effetti collaterali.

Come prevenire il mal di altitudine

03 prevenire mal di montagnaPrevenire il mal di montagna e il mal di altitudine è possibile; ecco alcuni semplici consigli:

  1. Salire gradualmente: effettuare una salita graduale, per permettere al corpo di acclimatarsi pian piano. Evitare rampe o corse inutili;
  2. Fermarsi ai primi sintomi: se si iniziano a percepire alcuni dei sintomi citati poco sopra, fermarsi e attendere che il nostro organismo cominci ad acclimatarsi. Se i sintomi si alleviano, riprendere la strada, altrimenti consigliamo di non rischiare e di fare marcia indietro;
  3. Evitare alcol, fumo, sonniferi, antidolorifici: tutte queste sostanze possono aumentare il mal di montagna e non aiutare il nostro corpo nel difficile compito dell'acclimatazione;
  4. Mangiare leggeri: una dieta equilibrata tra carboidrati, proteine e grassi è fondamentale, sempre e a maggior ragione quando si deve affrontare uno sforzo fisico;
  5. Bere molta acqua: bere aiuta a sostituire i fluidi persi attraverso la respirazione più pesante;
  6. Sottoporsi a esami: se si vuole avere maggiore sicurezza, sottoporsi a esami come ECG sotto sforzo e spirometria.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti