Costiera Amalfitana: 10 Cose da Vedere assolutamente

Amalfi, Positano, Cetara, sono luoghi in cui si concentra la magia della Costiera Amalfitana. Dal limoncello al Babà, dai monti Lattari alle spiagge più belle, tutto ciò che dovete sapere per un tour alla scoperta della Costiera Amalfitana!

"Terra dei limoni", è così che Goethe chiama l'incantevole Costiera! Anche Boccaccio la citò nel Decamerone, Wagner vi compose il Parsifal, Rudolph Nureyev acquistò gli scogli Li Galli, proprio davanti a Positano, città meravigliosa dove soggiornarono personaggi illustri da Picasso a Pirandello, da Vittorio De Sica a Elisabeth Taylor. Le spiagge della Costiera furono contemplate da Aristotele, dai Kennedy, e ospitarono Lord Byron, Walter Scott, Dickens e il grande tenore Enrico Caruso.

Ma qual è la magia di questo posto?

Forse l'incomparabile bellezza dei suoi paesaggi, con la strada incastonata nella roccia che correndo tortuosa si affaccia come un balcone sospeso tra il blu cobalto del mare e le pendici dei monti Lattari. Forse sono le splendide terrazze faticosamente coltivate ad agrumi, viti e ulivi che regalano alla vista un tripudio di colori scintillanti. O ancora è la calda accoglienza tipica dei popoli del Sud e la sua squisita cucina fatta di prodotti genuini coltivati in quelle fertili terre baciate dal sole e pescati in quelle limpide acque. La tradizione culinaria amalfitana si basa sul connubio perfetto tra mare e terra: lasciatevi deliziare dall'azzurro del pesce, dal giallo dei limoni, dal bianco dei formaggi e dai mille colori e sapori dei suoi dolci.

10 paesi da vedere assolutamente

  1. Positano: il nome lascia già intendere le sue origini divine. Città figlia di Poseidone, offre meravigliosi panorami costieri. Spiagge incantevoli, grotte da scoprire come la Grotta della Porta, e naturalmente il Sentiero degli Dei, da percorrere cercando di non restare sempre a bocca aperta!

  2. Amalfi: ancora leggende che sanno di divino, visto che la città è un dono che Ercole, figlio di Giove, fece ad una splendida fanciulla con gli occhi color del mare. Il Duomo, le fitte stradine colorate, i dolci ed i limoni di Amalfi, sono davvero ottime ragioni per una capatina da queste parti!

  3. Vietri sul Mare: città della ceramica, città dai mille vicoletti popolati da artigiani, vasai, vetrai. la vicina Salerno è anche la città della giovanissima e bellissima schermitrice Antonella Fiordelisi, regina dei social e Miss Salernitana: si vede che le opere d'arte sono proprio il punto forte di questo paese!

  4. Ravello: incantevole luogo immerso nel verde, ideale per un viaggio introspettivo per il recupero delle energie psicofisiche. Meta culturale d'elite, oltre al paesaggio offre al visitatore perle come Villa Rufolo, il Duomo, l'auditorium e bellissimi giardini. D'estate si popola per via del festival della musica "Ravello Festival".

  5. Atrani: è forse la più piccola città italiana, con una superficie di 0,12 km quadrati e 812 abitanti. La piazza è deliziosa, e ha un accesso diretto al mare. Nel paesino si possono vedere le chiese (ben 6) e la famosa Grotta dei Santi, una caverna naturale che si apre su un giardino di limoni.

  6. Praiano: le luci della ribalta se le è guadagnate soprattutto per le sue spiagge, davvero da cartolina. A due passi da Positano, è ideale anche per chi ama lo shopping alla Ava Gardner e Jackie Kennedy.

  7. La Grotta dello Smeraldo a Conca dei Marmi: se il mare di Praiano vi ha fatto brillare gli occhi, la Grotta dello smeraldo vi farà sobbalzare. Un capolavoro della natura, con acque dal colore della pietra preziosa, stalattiti e stalagmiti che impreziosiscono come gioielli.

  8. Maiori e Minori: sulle origini del primo, ci sono fitte nebbie, ma la sua bellezza è chiara come il sole. Anche qui le grotte sono fra le principali attrattive: la Grotta Sulfurea e quella di Pandora sono meravigliose.

    VEDI ANCHE: LE PISCINE NATURALI PIU' BELLE DEL MONDO

    Il secondo è il più antico fra i borghi della costiera amalfitana ed una delle tappe più amate dai vip e le celebrità nostrani. Il principale luogo di interesse è probabilmente la Villa Marittima Romana.

  9. Cetara: vi dice niente la "colatura di alici di Cetara"? Bè, un marchio di fabbrica che ha reso questo paesino famoso in tutto il mondo. Se volete mangiare pesce, dell'ottimo tonno e, naturalmente, provare questa colatura di alici, venite a trovare i 2400 abitanti di Cetara!

  10. Furore: un nome, un'anima. Furore ha mille ragioni per essere visitato: qui c'è l'unico fiordo dell'Italia, ogni anno si tiene il campionato del mondo di tuffi da grandi altezze da un ponte sospeso a 30 metri sull'acqua, e fa parte dei borghi più belli d'Italia. Altro?

    VEDI ANCHE: I BORGHI PIU' BELLI D'EUROPA

Gli agrumi color del sole

Coltivati nei cosiddetti "giardini" questi agrumi dorati sono il fiore all'occhiello della Costiera Amalfitana. I meravigliosi terrazzamenti dove crescono donano al paesaggio un aspetto sublime grazie ai vivaci colori misti all'odore delle zagare in fiore che Quasimodo ha voluto immortalare nel suo "Elogio di Amalfi". Dipinte su ceramiche e cartoline, i limoni amalfitani sono protagonisti di tante ricette tipiche:

  • Il limoncello, prodotto con una qualità di limone detta "lima", è tipico della città di Amalfi. Questo elisir alcolico è un efficace digestivo da servire freddo dopo un buon pasto in uno dei tanti ristoranti tipici di Amalfi che si trovano lunghe le strette viuzze o al porticciolo.
  • Anche il sorbetto, prodotto con il limone detto lo "sfusato Costa d'Amalfi", dopo un pasto a base di pesce o anche di carne è quel che ci vuole!
  • Sulle tavole amalfitane non può mancare nemmeno l'insalata di agrumi, fatta con fette di limone e arancia condita con olio, aceto, sale e mentuccia.
  • Sentirete il suo particolare sapore anche nel retrogusto dei babà, come gusto di gelato e lo vedrete anche grattugiato sui ravioli di ricotta o ad affumicare le fette di mozzarella.

Delizie di mare

Immancabile sulle tavole amalfitane è il pesce. Cetara sopra tutti è il paese in cui si pratica dai tempi più antichi la pesca delle acciughe sulle tipiche lampare. Queste imbarcazioni per la pesca delle alici costituiscono un vero e proprio spettacolo per i turisti che rimangono incantati per ore a fissarle al'orizzonte. Da provare sono gli spaghetti alla colatura di alici, piatto tipico di Cetara. La sua preparazione risale al periodo romano ed è una tradizione importantissima: le alici pescate in primavera vengo private della testa, deliscate e messe in un contenitore ricoperte di sale marino, poi vengono riversate nel terzigno, una piccola botte di legno, alternando strati di alici e sale, il tutto viene pressato e il liquido che se ne ricava viene filtrato, lavorato per mesi fino a diventare un concentrato di mare.
Altra antica tradizione è la pesca del tonno; la flotta cetarese rappresenta la realtà più importante del Mediterraneo e la rende protagonista della kermesse gastronomica "a tutto tonno", manifestazione che attira numerosi turisti amanti della buona cucina genuina. Ovviamente non si pescano solo acciughe e tonni lungo la Costiera amalfitana; il mare di Positano, infatti, è ricco di gamberi, scorfani, pesce azzurro, molluschi, polpi, protagonisti di ricette indimenticabili come gli "scialatielli ai frutti di mare", la pasta fresca tipica del luogo, condita con pesci cucinati in modo eccellente tanto da sentire ancore l'odore del mare!

I monti del latte

I Monti Lattari prendono il loro nome per via dei numerosi pascoli di capre e mucche. La peculiarità della Costiera sta nella varietà gastronomica che va dai prodotti della terra a quelli del mare e a quelli animali. Esistono ancora piccole aziende familiari che producono formaggi dal profumo di sole ed erbe! La ricotta freschissima, i prelibatissimi formaggi come la provola, il fiordilatte, sono piatti tipici dei locali di Positano e di tutta la Costiera Amalfitana. Assaggiate la parmigiana di melanzane positana, è pura poesia per il palato!

La Dolce Costiera

E dopo un bel pranzetto, come dire di no ad un buon caffè! Ad Amalfi, in piazza Duomo, c'è un antico caffè ricco di charme di nome Pansa (www.pasticceriapansa.it), dove potreste sorseggiare il vostro caffè accompagnandolo con dei deliziosi biscotti amalfitani e le zeppole di S. Giuseppe. E se fate una passeggiata fino a piazza Municipio potrete ancora una volta deliziare i vostri palati nel tempio del cioccolato, fondato da Andrea Pansa, dove è possibile trovare cioccolatini incartati a mano, praline e scorzette di agrumi al cioccolato.
Anche Positano ha la sua dolce tradizione: la torta Zagara, a base di mandarini sciroppati e cioccolato, la potrete gustare in via Mulini a La Zagara (www.lazagara.com), un luogo estremamente gustoso e romantico, con le sue terrazze decorate di arance e limoni, che donano al posto aromi e sensazioni sublimi!
Ed infine, viaggiando tra gli incantevoli paesi della Costiera Amalfitana, non perdete i deliziosi babà, le sfogliatelle S.Rosa e le melanzane alla cioccolata.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti