Cosa vedere a Kanazawa in Giappone

Cerchi una guida su Kanazawa? Ecco le 10 cose principali da vedere nella città dei giardini e dei samurai, con informazioni su prezzi, come arrivare e consigli su cosa fare nella tua vacanza a Kanazawa

kanazawa copertinaConoscete Kanazawa? E' una città che merita assoluatmente la pena di andare dall'altra parte del mondo per essere visitata. Un viaggio a Kanazawa è come un tuffo nel Giappone feudale. Le sue strade con le case signorili, gli antichi quartieri del piacere, il castello e il sontuoso giardino Kenrokuen rendono questa località una delle mete più affascinanti dell'intero Paese. Kanazawa è anche un vero tesoro per ciò che riguarda l'artigianato artistico: kimono di seta Kaga-Yuzen, ceramiche Kutani e Ohi, lacche Wajima trattate sia in foglia che in polvere d'oro. Ma non è tutto, qui troverete anche prestigiosi spettacoli di Nō (tipica forma teatrale) e ottima cucina tradizionale. Vi abbiamo incuriosito? E allora ecco a voi cosa dovete assolutamente vedere a Kanazawa.

1 - Giardino Kenrokuen

  • Come arrivare: A piedi dalla stazione JR (35 minuti) o in autobus. Potete salire sull'Hokutetsu (fermata 3 - 15 minuti di tragitto circa, costo della corsa 200 Yen) oppure prendere l'autobus JR (fermata 4 - 15 minuti di tratta circa, costo 200 Yen) compreso nel Japan Rail Pass, altrimenti il Kanazawa Loop Bus (200 Yen a corsa). Vi consigliamo di acquistare il pass giornaliero da 900 Yen che include tutti i autobus di Kanazawa.
  • Info e consigli:
    Il Giardino è aperto tutti i giorni dell'anno. Orario regolare: 7:00-18:00 (dal 1 Marzo al 15 Ottobre); 8:00-17:00 (16 Ottobre al 28 Febbraio). Orario di ingresso anticipato: dalle 5:00 del mattino (Aprile-Agosto dalle 4:00, Novembre-Febbraio dalle 6:00).
    NB: I visitatori che entrano la mattina presto devono uscire 15 minuti prima dell'apertura regolare.
  • Costo d'ingresso: 310 Yen; Durante l'orario d'ingresso anticipato si accede gratuitamente

giardinoE' meritatamente considerato uno dei tre giardini paesaggistici più belli del Giappone (insieme al Kairakuen di Mito e al Korakuen di Okayama). Molti lo considerano il migliore ed il più bello in assoluto. Il Kenrokuen un tempo era adibito a giardino esterno del castello di Kanazawa. Costruito dalla famiglia Maeda, che regnò per quasi due secoli, non è stato accessibile al pubblico fino al 1871.

2 - Ninjadera

  • Come arrivare: A piedi dalla stazione JR (40 minuti) oppure tramite bus (fermata numero 7 o 9 - 20 minuti di percorso circa, costo 230 Yen a corsa)
  • Info e consigli: Orari 9:00-16:30; chiusura alle 16:00 in inverno; chiuso il 1 Gennaio e alcuni giorni durante l'anno
  • Costo d'ingresso: 800 Yen. La prenotazione è obbligatoria e avviene via telefono al numero 076-241-0888

tempio ninjaIl tempio Myoryuji, o più comunemente conosciuto come Ninjadera (ossia il Tempio dei Ninja), venne fatto erigere dai signori Maeda, dominatori della regione durante il periodo Edo. Assolutamente non associato ai ninja, deve il suo soprannome ai suoi celebri sistemi di difesa ricchi di trabocchetti e cunicoli degni di un tale esperto per essere superati.

3 - Quartiere Chaya

  • Come arrivare: A piedi dalla stazione JR (20 minuti) o tramite il Kanazawa Loop bus (scendere alla fermata Hashibacho)
  • Info e consigli: Visitare assolutamente la Casa del tè Shima (aperta tutti i giorni - orari 9:00-18:00), la struttura di riposo Higashi Chaya Kyukeikan, La Casa de tè Kaikaro (aperta tutti i giorni, orari 9:00-17:00)
  • Costo d'ingresso: Entrare alla Casa del tè Shima costa 400 Yen. Entrare alla Casa del tè Kaikaro costa 750 Yen. L'ingresso alla Higashi Chaya Kyukeikan invece è gratuito.

chaya quartiereUn chaya (letteralmente casa da tè) è un tipo esclusivo di ristorante dove gli ospiti vengono intrattenuti da geisha che li deliziano con canti e danze. Durante il Periodo Edo, i chaya si trovavano in quartieri dedicati, di solito al di fuori dei confini della città. Le facciate di legno esalano un discreto odore muschiato durante le umide serate estive. Non troverete nessun neon a vista nè cavi elettrici a disturbare l'estetica del viale principale. Le tinte degli edifici corrispondono a quelle delle lastre di pietra levigate dagli anni. La Casa del tè Shima, perfettamente conservata e aperta al pubblico, permette a tutti di poter penetrare nel cuore di questo mondo invariato da 180 anni. La struttura di riposo Higashi Chaya Kyukeikan, sitauta nel pieno centro del quartiere, accoglie gratuitamente i visitatori per offrire loro una rinfrescata e informazioni indispensabili per apprezzare nel giusto modo questo luogo ricco di storia. La Casa del tè Kaikaro è ancora funzionante e il servizio del tè è incluso con il biglietto d'ingresso. Una bella esperienza sicuramente da provare.

4 - Negozio Hakuza

  • Come arrivare: A piedi dalla stazione JR (20 minuti) o tramite il Kanazawa Loop bus (scendere alla fermata Hashibacho)
  • Info e consigli: il negozio è aperto dalle 9:30 alle 18:00 (fino alle 17:30 durante l'inverno); nessun giorno di chiusura;
  • Costo d'ingresso: essendo un esercizio commerciale, l'ingresso è gratuito

negozioQuesto negozio vende prodotti realizzati con foglie d'oro, una specialità di Kanazawa. Al suo interno è conservato un magazzino tradizionale giapponese trasformato in una sala da tè e completamente ricoperto, dentro e fuori, con foglie d'oro. Spettacolare!

5 - Museo d'Arte Contemporanea del XXI Secolo

  • Come arrivare: A piedi dalla stazione JR (35 minuti) o in autobus. Potete salire su: Autobus Hokutetsu (fermata 3 - 15 minuti di percorso, costo 200 Yen) oppure Autobus JR (fermata 4 - 15 minuti di tratta, 200 Yen) oppure Kanazawa Loop Bus (200 Yen a corsa).
  • Info e consigli: orari mostre e rassegne dalle ore 10:00 alle 18:00 (Venerdi e Sabato fino alle 20:00); Spazio pubblico: 9:00-22:00; Chiusure: Lunedi (o il giorno successivo se Lunedi è festa nazionale), dal 27 Dicembre all'1 Gennaio
  • Costo d'ingresso: Varia in base alla mostra o rassegna, solitamente intorno ai 1000 Yen

museo arte modernaUn museo dedicato all'arte contemporanea del nostro secolo aperto nel 2004 nel centro di Kanazawa, a pochi passi dallo splendido Giardino Kenrokuen. Presenta al pubblico opere di affermati artisti contemporanei provenienti dal Giappone e da tutto il mondo E' uno dei musei d'arte giapponesi più popolari. L'opera più celebre è la bizzarra Piscina di Leandro Erlich. Da lontano sembra un comune bacino d'acqua come ne conosciamo a bizzeffe, ma avvicinandosi si notano persone che sembrano camminare sul fondo. Un geniale effetto ottico dato da una vetrata trasparente sopra la quale si trova una superfice d'acqua di circa 10cm e uno spazio azzurro al di sotto del vetro.

6 - Villa Seisonkaku

  • Come arrivare: A piedi dalla stazione JR (35 minuti) o in autobus. Hokutetsu (fermata 3 - 15 minuti di percorso, costo 200 Yen) oppure Autobus JR (fermata 4 - 15 minut circa, 200 Yen a corsa) oppure Kanazawa Loop Bus (200 Yen a corsa)
  • Info e consigli: Orari: 9:00-17:00 (ultimo ingresso alle 16:30); chiusura al Mercoledi (Giovedi se Mercoledi è festa nazionale) e dal 29 Dicembre al 2 Gennaio
  • Costo d'ingresso: 700 Yen

villaLa Villa Seisonkaku venne costruita negli ultimi anni del periodo Edo da un Signore Maeda per sua madre. E' considerata una delle ville samurai più eleganti tra quelle rimaste in Giappone. Questa casa è legata ad una donna molto forte. Al centro della sua storia vi è Takako, sposa di un signore della regione di Kaga. Mentre all'epoca gli uomini dettavano legge e le morivano attorno prematuramente, questa donna scelse di rasarsi la testa e di occuparsi dell'eredità della famiglia per proteggerla. La villa era il suo luogo di riposo nonchè il posto in cui poi terminerà la sua vita. Questa residenza è un vero tesoro, composta da un'infinità di sale rivestite da tatami e disposte su due piani. I visitatori possono inoltre ammirarne i soffitti decorati con scene di vita familiare e i pannelli di legno intagliati in altorilievo. L'attrazione principale della casa è la collezione privata di rare bambole decorate e quella dei kimono da cerimonia indossati dalle donne del clan. Inoltre la villa beneficia di un accesso diretto al Giardino Kenrokuen.

7 - Castello di Kanazawa

  • Come arrivare: 25 minuti a piedi a sud-est della stazione - Con l'autobus, invece, scendere alla fermata Minami-cho oppure a quella di Korinbo
  • Info e consigli: Orari 7:00-18:00 dal 1 Marzo al 15 Ottobre - 8:00-17:00 dal 16 Ottobre a fine Febbraio; nessun giorno di chiusura
  • Costo d'ingresso: 310 Yen

castello kanazawaAccanto ai famosi giardini Kenrokuen si trova l'imponente Castello di Kanazawa. Attraversando le sue mura entrerete come in una bolla fuori dal tempo che vi proietterà all'epoca della dinastia Maeda che qui visse e regnò per oltre 200 anni. Gli edifici che oggi è possibile ammirare sono le rovine dell'originario castello che in parte venne distrutto dalle guerre e dagli incendi. L'inestimabile valore storico e culturale di questo luogo lo ha reso uno dei beni più importanti dell'intero Giappone. Alcuni degli edifici che lo compongono sono stati ristrutturati, come la porta Ishikawamon e il magazzino Sanjikken Nagaya. Di recente altre strutture, come le torrette Hishi Yagura e Hashizume-mon Tsuzuki Yagura nonchè il magazzino Gojikken Nagaya, sono state ricostruite cercando di riprodurre fedelmente gli originali.

8 - Nomura-ke

  • Come arrivare: Si trova nel quartiere Nagamachi, quindi dalla stazione JR proseguire a piedi per 20 minuti in direzione sud - con l'autobus scendere, invece, alla fermata Korinbo e proseguire a piedi per altri 5 minuti verso ovest
  • Info e consigli: Orari 8:30-17:30 (fino alle 16:30 da Ottobre a Marzo); chiusura: 26 e 27 Dicembre
  • Costo d'ingresso: 500 Yen

nomura keE' una residenza samurai restaurata che possiede uno splendido giardino. I Nomura erano una famiglia di samurai di alto rango. Andò in rovina quando l'era feudale in Giappone si concluse con il periodo Meiji. La casa venne costruita nel 1843 ed è caratterizzata da un soffitto a cassettoni interamente in cipresso giapponese e porte di carta con vetro montato nei telai (molto rare nel periodo Edo). I dipinti sui pannelli delle porte scorrevoli creati dal pittore personale della famiglia, rendono la casa molto preziosa dal punto di vista culturale. Onikawa Bunko, il Palazzo delle Risorse accanto alla casa, mostra spade tradizionali, manufatti e persino monete di epoca Edo. Il giardino, pur essendo molto piccolo, è di rara bellezza. Per goderselo al meglio, si consiglia di sedersi sulla veranda aperta dove il laghetto arriva proprio sotto di voi. Nella sala da tè su per le scale di pietra ci si può godere la bevanda con vista sul giardino sottostante.

9 - Museo Maeda Tosanokami-ke Shiryokan

  • Come arrivare: E' situato nel quartiere Nagamachi, 5 minuti a sud della residenza Nomura-ke
  • Info e consigli: Orari 09:30-17:00 (ultimo ingresso alle 16:30); nessun giorno di chiusura
  • Costo d'ingresso: 300 Yen

museoSi tratta di un museo dedicato alla famiglia Maeda, un tempo governatrice della regione intorno a Kanazawa. Il museo conserva caratteristiche armature samurai e altre reliquie del clan. Sono disponibili gratuitamente audio-guide in inglese.

10 - Santuario Oyama

  • Come arrivare: 25 minuti a piedi a sud-est della stazione - Con l'autobus scendere alla fermata Minami-cho oppure a quella di Korinbo
  • Info e consigli: sempre aperto, nessun giorno di chiusura
  • Costo d'ingresso: gratis

santuarioIl santuario di Oyama èdedicato a Maeda Toshiie, il primo signore del potente clan locale Maeda. Il santuario è stato costruito nel 1599 dal successore di Toshiie, Maeda Toshinaga sul Monte Utatsu. Fondatore del clan Maeda (il più potente della regione di Kanazawa), Toshiie morì nel 1599. Lo spirito di questo personaggio molto ammirato venne deificato e il santuario costruito per onorarne la memoria. Ma il clan dei Tokugawa, all'epoca agli albori della sua presa di potere, vide tutto ciò come una minaccia. I rituali di deificazione avvennero perciò in gran segreto e ufficialmente il santuario venne consacrato alla divinità Hachiman. La statua dedicata a Toshiie è visibile all'interno della cinta muraria del complesso. Un delizioso giardino orna il santuario, dando un tocco di verde e di fresco con il suo piccolo stagno attraversato da passerelle di legno.


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Lascia il tuo commento
Accedi con Facebook Facebook
Accedi con l'email

Articoli Correlati

Ultimi commenti